Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Decorazioni’ Category

Moltissimi anni fa rimasi affascinata in fiera dalla Lumen. Una gamma vastissima di candele profumate, particolarissime, erano accese lasciando piacevolissimi profumi.

Quello che mi colpì all’inizio fù la semplice estetica e l’eleganza di queste candele tutte made in Italy, l’essenzialità nelle forme e per me, che ricerco da sempre la qualità, fù una bella scoperta.

Dopo un’enormità di candele maleodoranti, con consumi velocissimi e chissà con quali coloranti o essenze sintetiche dentro, avevo trovato chi da tempo cura tutto della qualità nel fare candele.

Lumen nasce nel 1961 in un seminterrato di Seregno (vicino Milano) dalla mano di Paolo Pirola e diventa negli anni una realtà aziendale con una sede ora di oltre 3000 mq.

Parliamo quindi, come ho già detto, di prodotto esclusivamente italiano con profumazioni naturali, senza additivi chimici né coloranti artificiali…senza sfruttamento di lavoro minorile o lavoro oscuro.

Insomma una fiamma che brucia “sincera”, essenze che possiamo respirare tranquillamente.

Bellissime le Circlemarker candele che “costruite” con un procedimento speciale si “sbucciano” lasciando colare così la cera in modo originale.

Le loro profumazioni sono davvero moltissime.  Personalmente amo molto quella alla vaniglia e le speziate che d’inverno danno un gradevole profumo dentro le stanze delle nostre case. Alcune di loro arrivano ad una durata di 80 ore.

Attenzione però tranne una o due varietà non consiglio di metterle in tavola durante il pasto proprio perché profumate, tuttalpiù di togliere al suo inizio, o di usarle come si usano le migliori essenze in casa.

La candela che spesso si lascia per decorare la casa o si accende solo durante le feste è in questo caso una profumazione d’ambiente decisamente calda e di grande effetto.

Ce ne sono per il relax, per le Spa, per le feste natalizie, per le cene estive, ce ne sono talmente tante che è davvero difficile scegliere.

Dopo averle provate personalmente ed aver apprezzato quindi la loro qualità le consiglio vivamente a chi come me ama quella “tremula fiammella” accesa dentro casa, non per sottolineare solo una festa ma per concedere, chiuso fuori dalla porta il tram tram quotidiano, il calore del ritorno.

 

www.lumen.it

da oggi in vendita presso Maison Bleu

 

Annunci

Read Full Post »

Autunno in tavola

  

E’ di nuovo autunno.

Ricominciato il lavoro a grandi ritmi, le scuole, iniziano di nuovo gli inviti tra amici, piccole cene e gite fuori porta approfittando del sole di ottobre che dà meravigliosi colori alle cose e una temperatura davvero eccellente per passeggiare.

Colori tra il giallo e l’arancio, sfumature infinite di verde si vedono passeggiando tra boschi, parchi di città strade di campagna.

A volte dimentichiamo nella frenesia del quotidiano quanto il contatto con la natura alleggerisca il nostro stress e possa ricaricarci positivamente.

Proprio per questo portare l’autunno a casa aiuta a non staccarci completamente da quella magnifica sensazione. E come mi direte? Semplice, portando a casa un prezioso bottino di cui goderne nei giorni successivi e magari da poter mettere a tavola in una cena con amici.

Basterà raccogliere e selezionare nel corso di una passeggiata piccoli rami, qualche sassolino, castagne, ricci, foglie di varie grandezze, ciuffetti di ciclamini, noci, pigne, melograni, uva a seconda di dove vi trovate. Insomma un pout pourri di elementi naturali secchi e non da disporre su un piatto abbastanza grande di vetro o porcellana alternando colori e forme.

Potrete decidere di lasciare le foglie così oppure puntarle in una spugna precedentemente bagnata, per i fiori basterà un piccolo bicchiere con dell’acqua che poi il fogliame coprirà.

Se poi servisse per una cena basterà inserire all’interno una o più candele accese, se fosse un pranzo piccoli fiori freschi dei colori del tovagliato.

Una gioia per gli occhi, una piccola sorpresa per i vostri commensali.

Di gusto sarà offrire a fine cena un cestino con dolcetti o frutti che la composizione porta con se: mele, noci, melograni, uva, ecc..

Ringrazio amorevolmente mia madre per avermi insegnato a vedere il cambio delle stagioni ed apprezzare così ogni loro sfumatura.

Read Full Post »

È tempo di cerimonie. Matrimoni, comunioni, battesimi. Ospiti in casa e piccoli ricevimenti. Per tutti questi eventi l’uso dei fiori è molto importante.
Che siano candidi o colorati, poggiati in più angoli della casa danno un tocco di festa ed armonia al ricevimento. I fiori come un delicato centrotavola per una cena con ospiti, accompagnati magari dal lume di una candela, all’angolo di un piccolo buffet o vicino al piattino dei confetti e perché no, un gentile tocco nella toilette accanto al lavandino.È un modo per comunicare gioia ma spesso diventa costoso e difficile da realizzare.Sono stata al mercato e ho comprato pochi candidi fiori che con l’aiuto di un po’ di fantasia possono divenire splendidi centrotavola che potrete realizzare da voi anche se non siete grandi esperte.La mia spesa totale escluso la base che ho trovato in casa e la candela è stata di € 13,00.Ho pensato di creare un centrotavola adatto ad un piccolo buffet o per mettere su un mobile della casa e un altro con candela adatto ad una cena o ad un ricevimento serale. Consiglio sempre di usare nel secondo caso candele a lunga durata si eviteranno così brutti spegnimenti durante la serata.Con gli “avanzi di fiori” potrete sempre creare piccoli mazzolini che potranno essere usati come segnaposto o sparsi qua e là dentro casa.La mia è volutamente una composizione semplice che si può usare come base per una composizione più ricca e complessa.

Queste le istruzioni d’uso:
Dopo aver ben imbevuto la spugna per fiori freschi in acqua (almeno 2-3 ore) tagliatene un pezzo e adagiatelo sul fondo della ciotola.
Seguite la forma da dare alla composizione (tonda, ovale) desiderata con la gissofila ed infilate le calle a gradazione dalla più alta alla più bassa, stabilite così già l’altezza.
Sistemate intorno alle calle un po’ di felce per evitare che a composizione finita si veda la spugna e riempite i vuoti nuovamente con la gissofila.
A questo punto potrete allungare o arrotondare la composizione inserendo la felce alla base della composizione e inserire qua e là fiocchi di organza o di raso.
Lascio ora spazio alla vostra fantasia. Potrete inserire rose, fresie, fiori colorati, spighe e frutta che ben si adatta alla cerimonia. Le calle potranno essere sostituite con rose o lilium.Ricordare che la gissofila ha una buona resistenza quindi se idraterete bene la composizione potrà esservi utile per più giorni sostituendo solo fiori delicati come le calle.Per il centrotavola con candela ho usato un po’ di ginestra

Read Full Post »